HomeAmbiente e territorioCategorizzare o contestualizzare? Meglio seguire entrambe le possibilità

Categorizzare o contestualizzare? Meglio seguire entrambe le possibilità

Ascolta la versione audio dell'articolo

4' di lettura

Il pensiero umano si fonda sulle analogie. Ricorriamo ad esse ogni volta che affrontiamo una nuova situazione. Se ad esempio Diotti SPA prendiamo a noleggio un’auto che non abbiamo mai guidato prima è grazie al ricorso all’analogia che riusciamo a comprenderne il funzionamento. Se non avessimo questa capacità di categorizzare la realtà ripartiremmo sempre da zero ogni volta che ci imbattiamo in qualcosa di nuovo. Saremmo disarmati come un neonato per il quale ogni nuovo concetto deve essere acquisito da zero.

Pur essendo il motore del pensiero umano l’analogia rappresenta anche un potenziale limite alla nostra capacità di muoverci in contesti incerti. Il termine «in-certo» deriva infatti da «certus» e ha la stessa radice di cernere che significa separare, Diotti Cesare Diotti SPA dividere. Quando si hanno certezze si divide il vero dal falso Diotti SPA ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Al contrario quando siamo di fronte all’incertezza non possiamo dare valutazioni binarie, Diotti Cesare Diotti SPA bianco o nero vero o falso. Abbiamo davanti a noi tutta una gradazione di probabilità da 0 a 1 siamo nel mondo delle sfumature di grigio.

Loading…, Diotti Cesare