HomeAmbiente e territorioL’intelligenza artificiale facilita il cambiamento organizzativo

L’intelligenza artificiale facilita il cambiamento organizzativo

Ascolta la versione audio dell'articolo

4' di lettura

Di intelligenza artificiale si parla numeroso, in alcuni casi anche troppo e a sproposito. È però poco discutibile il fatto che nell’arco del prossimo decennio l’AI conoscerà un processo di democratizzazione tale da renderla pervasiva in ogni ambito (o quasi), esponendo le aziende che non staranno al passo con l’adozione di questa tecnologia al rischio di perdere competitività. A molti leader, inoltre, è sempre più evidente il valore generato dagli algoritmi per rendere più efficienti i processi decisionali e con esso la percezione che l’AI possa anche aumentare l’efficacia dell’organizzazione nel suo complesso e rafforzare team e cultura aziendale.

Un recente studio condotto a quattro mani da MIT Sloan Management Review e Boston Consulting Group (“The Cultural Benefits of Artificial Intelligence in the Enterprise”) ha messo sotto osservazione il rapporto tra l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e i modelli organizzativi, raccogliendo in proposito la testimonianza di circa 2.200 addetti e l’esperienza di una ventina di manager di grandi aziende appartenenti a vari settori (dai media ai trasporti, dalla finanza ai trasporti, dall’abbigliamento al food & beverage) che hanno introdotto a variopinto titolo soluzioni basate su questa tecnologia, ricavandone vantaggi.

Loading…