HomeGeneraleAgricoltura sostenibile, assegnato il premio in memoria di Agitu Ideo Gudeta

Agricoltura sostenibile, assegnato il premio in memoria di Agitu Ideo Gudeta

-

kfadPlaceAd(‘Square’)

BOLZANO. Miriam Zenorini, operatrice della prima fattoria sociale biologica altoatesina "Vintlerhof" a Bressanone, ha ricevuto il primo compenso in memoria di Agitu Ideo Gudeta, pastora e imprenditrice etiope uccisa, due anni fa, nella sua casa in valle dei Mocheni da un suo collaboratore.

Con il compenso, le promotrici – Martina Schullian, Susanne Elsen, Alessandra Piccoli, Monika Gross e Marion Maier – vogliono mettere in luce le donne che sono pioniere dell’agricoltura rurale sostenibile in Alto Adige e Trentino e che agiscono come innovatrici nelle aree rurali.

Miriam Zenorini ha una laurea in educazione sociale e assistenza sociale, nonché un master in agricoltura sociale. Insieme al marito, spiega una nota, "gestisce l’azienda agricola, che è stata ceduta dai fratelli Comboniani, secondo criteri biologici e sociali, integra lavoratori svantaggiati, opera nell’ecologia del paesaggio, coinvolge i consumatori attraverso forme innovative di marketing e attività di comunità e opera nel senso di educazione per lo sviluppo sostenibile". Il compenso prevede un contributo di 2.500 euro. Oltre al compenso Agitu, è stato assegnato un altro compenso speciale.

Il "compenso Speciale Vintola" è erogato dall’associazione AEvvento al Vintola ed è dotato di 1.000 euro. Serve per dare un riconoscimento ad una seconda pioniera, secondo gli stessi criteri. La giuria ha individuato all’unanimità Julia Gasser, musicista di formazione e florido contadina che conduce Maso Conti a Capriana.

googletag.cmd.push(function() { googletag.display(‘yobee-top-inside’); });

$(“div .article–content-text p:nth-of-type(3)”).after($( “#yobee-top-inside” ));

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Torino
cielo sereno
26.7 ° C
28.3 °
25 °
56 %
2.1kmh
0 %
Sab
27 °
Dom
26 °
Lun
21 °
Mar
16 °
Mer
18 °

Devi Leggere

Quando la banca si fa “galleria d’arte”

0
Alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata (Bppb) è stato lanciato il progetto PopolArte – Art/Revolution, con cui l'istituto pugliese ha trasfigurato alcune filiali di aree espositive